logo

Proin gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollic itudin, lorem quis bibendum auctornisi elit consequat ipsum, nec nibh id elit. Lorem ipsum dolor.

Latest Posts
Top
Image Alt

Luoghi da visitare

Luoghi da visitare

OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI SAN TOMASO

Il centro è situato a San Tomaso Agordino, è stato inaugurato nel 2004 ed è gestito dall’Associazione Astrofili Agordini.

Presso la struttura si svolgono serate osservative dei corpi celesti, divulgazione astronomica e lezioni. Il Centro dispone di un Planetario, struttura che grazie a proiezioni luminose permette una fedele rappresentazione della volta celeste e delle costellazioni, e di un osservatorio con tetto  scorrevole provvisto di un telescopio.

L’intento dell’Associazione Astrofili è quello di condividere con altre persone la loro passione per l’astronomia e l’osservazione del cielo.

Per maggiori informazioni e prenotazione della visita al Centro contattare :

Associazione  Astrofili Agordini
Loc. Celat,9 – San Tomaso Agordino
Tel. 0039 346 0126286
www.cielidolomitici.it
mail: info@cielidolomitici.it

Entra nel magico mondo dei Cieli Dolomitici e scopri i misteri delle costellazioni che illuminano ogni notte le Dolomiti Unesco e la Val del Biois.
Ogni venerdì dalle ore 20,30 su prenotazione (max 12 persone), potrai assistere ad una lezione presso il Planetario di San Tomaso Agordino.

Clicca qui e prenota una lezione al Planetario!

IL GIARDINO GEOLOGICO

Situato accanto al municipio di Falcade, il Giardino geologico è una rappresentazione simbolica dell’unicità delle caratteristiche geologiche coesistenti nella Val del Biois.

All’interno del sito troviamo rappresentata da alcuni blocchi di colore scuro, la  “Piattaforma porfirica atesina” che si trova a Valle Agordina ed è formata da  2000 chilometri quadrati di lave vulcaniche dallo spessore che può raggiungere i 2000 m.
La piattaforma è la più ampia area a porfido d’Europa, formatasi circa 280 milioni di anni fa.

Anche le formazioni calcareo-dolomitiche sono ben rappresentate nel giardino, come aspetto caratterizzante delle cime e dei loro ghiaioni: Focobon e Mulaz (Pale di San Martino), cime d’AutaSas Valfreda, FormentonLa BancaLe Crene (gruppo della Marmolada) ed il gruppo del Civetta.

Il giardino è un invito ad approfondire le peculiarità geologiche della Valle, ma anche le sue specie arboree di fiabesca bellezza che sono legate al substrato o all’ambiente. Popolano il giardino botanico: l’abete bianco (avez in ladino-veneto della valle del Biois),il pino mugo (baranc), il sorbo degli uccellatori (melester), il cirmolo (zirm oppure zirum),il larice (lares), l’abete rosso (pez), il frassino maggiore (frasen) , l’acero di monte (aier) ed il  nobile faggio (faghèr).

IL GIARDINO DELLA MEMORIA

Il Giardino della memoria, situato a Canale d’Agordo a 300 m dalla Piazza Papa Luciani, è uno dei luoghi da visitare più suggestivi e toccanti per la cura con cui sono state raccolte le testimonianze e riposte le opere in un percorso di ricordi dei caduti e dispersi della Campagna di Russia tra il 1941 ed il 1943.

Il Giardino è nato da un idea di Giovanni Fontanive che venne realizzata nel tempo grazie anche all’aiuto di molti volontari. Era da sempre rimasto vivo nella mente dell’ideatore, il ricordo da bambino degli alpini che cercavano cibo prima della partenza per le steppe russe, ed il turbamento per la presa di coscienza che molti di loro non hanno fatto più ritorno in patria e di alcuni sono state smarrite le tracce.

E da questo desiderio di far mantenere vivo il ricordo di questi eroi, nasce il Giardino della memoria, un percorso segnalato dove sono poste delle targhe in bronzo con i nomi delle divisioni che hanno combattuto, dei nomi dei caduti e dei dispersi, una preghiera “Natale ’42”, una cartina geografica raffigurante le disposizioni degli spiegamenti italiani, e due opere raffiguranti con efficacia e maestria il pianto delle madri per i figli morti o dispersi e la sofferenza dei soldati combattenti.

Nel 2017 il Giardino è stato ulteriormente arricchito da una tela dell’artista falcadino Franco Murer che con tratti essenziali descrive la tristezza e la desolazione dei pochi che riuscirono a tornare a casa affrontando tutte le difficoltà di un lunghissimo rientro.

Le installazioni del Giardino sono liberamente visitabili per maggiori info consultate il sito dedicato www.giardinodellamemoria.it

ALTRI LUOGHI CHE VI SUGGERIAMO DI VISITARE….

La Val del Biois è ricca di emozionanti luoghi da visitare alcuni racchiusi in un unico sito, come quelli che vi abbiamo ricordato, ed altri che si snodano in un percorso da lungo le valli delle Dolomiti Agordine. Fra i più importanti sentieri tematici  vi segnaliamo: Dolomiti in miniatura e il Bosco degli Artisti e Giardino delle Formiche

Cliccate sui nomi dei percorsi per saperne di più!

You don't have permission to register